Fruit and Salad School Games è una campagna di sensibilizzazione ai corretti stili di vita. I destinatari sono gli alunni della scuola dell’obbligo, che aderiscono, su base volontaria all’invito degli insegnanti, opportunamente coinvolti dai promotori del progetto, ad un percorso didattico dedicato che vuole stimolare l’interesse dei giovani fruitori per generare in loro maggiore coscienza circa i comportamenti corretti da attuare per vivere in salute.

Il progetto promuove, in particolare, la diffusione del consumo di frutta e verdura associato ad attività fisica in forma di giochi sportivi e a prove di cultura concernenti i temi della campagna.

La distribuzione di frutta e verdura vuole stimolare uno stile di vita più sano che faccia conoscere e apprezzare pienamente la bontà dei prodotti della nostra terra. Nella prima edizione, ci sono stati momenti di approfondimento, tenuti da nutrizionisti specializzati ed esperti di settore, che hanno mostrato a studenti ed insegnanti la bontà e il valore nutrizionale di frutta e verdura, allo scopo di scongiurare abitudini alimentari errate e incoraggiare verso un’alimentazione sana.

Ad ogni tappa è stato presente un esperto per trasmettere conoscenze e competenze in campo alimentare, per stimolare e favorire conoscenze e riflessioni sul corretto comportamento da assumere nell’ambito dell’alimentazione, ma al contempo facendo riflettere sull’importanza dello sport, e in generale, del movimento fisico, per la salute fisica di ognuno.

Questo progetto è particolarmente indicato per gli studenti più giovani, maggiormente soggetti a patologie derivanti da una cattiva alimentazione, come l’obesità. Poiché la tendenza ad una vita attiva si apprende precocemente, è essenziale che lo studente sia stimolato a muoversi attraverso il gioco.

I giochi proposti alle scuole hanno privilegiato la partecipazione di tutti gli alunni della stessa scuola e non la competizione tra essi. L’obiettivo è stato quello di fare attività durante le ore scolastiche, con giochi che consentono di stare all’aria aperta o in palestra, in compagnia tutti insieme al fine di formare un team unico. Questo perché si è preso atto che la scuola promuove le competizioni agonistiche che valorizzano il singolo alunno atleticamente dotato ma che, al tempo stesso, allontanano dal piacere di svolgere l’attività fisica, talvolta definitivamente, i ragazzi che hanno poca attitudine allo sport agonistico.

Il programma della seconda edizione prevede 26 giornate/tappe.